via gavinana 3, 21052 Busto Arsizio
0331 651811
0
  • No products in the cart.
VIEW CART Total: 0.00

lʼinnovazione digitale è una priorità per le imprese italiane!

www.antelma.comNewslʼinnovazione digitale è una priorità per le imprese italiane!
3
Feb
2017
3.02.2017 antelma News

“Viviamo in una realtà guidata dalla tecnologia digitale, nella quale il progresso tecnologico, l’analisi dei dati, i social media e il commercio on-line solo per citare alcuni fenomeni, hanno radicalmente modificato il settore del largo consumo, Stiamo assistendo un cambiamento epocale, una vera “rivoluzione digitale”, che ha portato e porterà nuovi modi di fare business ed interagire con le persone.”

È un digitale complesso quello delineato dal report elaborato per Assiteca dagli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano e presentato durante l’evento annuale del broker assicurativo dedicato alla gestione del rischio nelle imprese italiane”. Ma dalle parole ai fatti il passo non è affatto breve, anzi gli investimenti latitano.

La ricerca evidenzia che la pervasività del digitale e i timori rispetto alla digital disruption hanno elevato il commitment verso l’innovazione: il 95% delle aziende analizzate ritiene l’innovazione digitale un fattore rilevante. Per 4 imprese su 10 il digitale rappresenta un’arma fondamentale per migliorare efficacia ed efficienza dei processi e un fattore imprescindibile per lo sviluppo futuro del business. Fortunatamente solamente il 5% del campione ritiene l’innovazione digitale non prioritaria.

La consapevolezza dell’importanza dell’innovazione digitale non si trasforma in investimenti concreti, però: meno di un’impresa su quattro investe oltre l’1% del fatturato complessivo in ICT, solo il 3% va oltre il 5%, mentre il 69% investe meno dell’1%. Il 7%, rileva l’indagine, non ha effettuato alcun investimento in tecnologie digitali nell’ultimo anno.

Se si considerano le dimensioni dell’impresa, le cose prendono una piega diversa: infatti emerge che la propensione agli investimenti cresce all’aumentare del numero di addetti impiegati. Tra le imprese con oltre 250 dipendenti, la media degli investimenti ICT sui ricavi è del 2,3% (contro una media dell’1,1%). E saranno proprio le grandi imprese a trainare l’aumento degli investimenti che dovrebbe verificarsi nel corso del 2017.

Una ricerca dell’Osservatorio Digital Transformation Academy della School of Management del Politecnico di Milano, presentata alla fine di novembre insieme all’Osservatorio Startup Intelligence in collaborazione con PoliHub, sostiene che il budget destinato all’ICT dovrebbe aumentare per oltre il 30% delle imprese (il tasso di crescita complessivo dovrebbe essere in linea con il 2016, tra lo 0,5 e lo 0,6%).

Menu